domenica 17 febbraio 2008

La domenica è gaya

Ancora per un po’, il dì lascia presto spazio alla sera, e non c’è niente di meglio che lasciarsi trasportare dalla visione di qualche gaya pellicola.

Ti aspettiamo quindi per passare insieme qualche ora in buona compagnia con un frizzante aperitivo seguito da un’intrigante selezione di film: ce n’è per tutti i gusti!

Le proiezioni avranno luogo al Cinema Lux di Massagno con inizio alle ore 18.30.
Prima del film, a partire dalle 17.30, Collegati con la partecipazione di Ragazzi Arcobaleno, offrirà un aperitivo a tutti i presenti.

Ecco di seguito i film che si svolgeranno nell’arco dei prossimi mesi:


Domenica 17 febbraio 2008

20 centimetri

Regia: Ramòn Salazar, 2005, Spagna, commedia/musical, durata: 113’
con: Mónica Cervera, Miguel O’Dogherty, Concha Galan e Pablo Puyol

Marieta proprio non li vuole quei 20 centimetri. Nome alla nascita Adolfo, come il padre, è un transessuale che si guadagna da vivere sui marciapiedi di Madrid prostituendosi, anche grazie a quei 20 centimetri così richiesti. Il suo sogno è un'operazione che le renderebbe la sua vera natura. Ma anche le operazioni costano. Marieta si muove in un bizzarro universo, composto di stravaganti personaggi: Tomás un nano melomane; Berta un'impiegata di un sexy shop il cui sogno è andare a vivere in Brasile e Reponedor, un affascinante giovane che viene definito "con i glutei sodi come pesche". Marieta sfugge il suo squallido quotidiano con improvvisi e talora inopportuni attacchi di narcolessia. Proprio in quei momenti Marieta sogna un mondo colorato come un musical, in cui si esibisce da donna in straordinari numeri musicali che ne esaltano il fascino femminile.















Domenica 16
marzo 2008

Yossi & Jagger

Regia: Eythan Fox, 2002, Israele, drammatico, durata: 65’
con: Yehuda Levi e Ohad Knoller

Sulle alture del Golan innevato e freddo, tra Israele e Libano, un distaccamento di soldati israeliani presidia il confine. I giorni scorrono tra ispezioni, turni di guardia, pasti in mensa e festicciole improvvisate. La tensione di uno stato perenne di guerra viene alleviata da brevi momenti di intimità come quelli che si procurano Yossi e Jagger con vari pretesti. Yossi è il superiore serio e severo, l’aitante Jagger (soprannominato così dai suoi amici perché sembra una popstar) è un soldato amato da tutti per la sua allegria e ottimismo.In una delle scene più intime e dolci, quella del bacio tra i due soldati innamorati, i due si rotolano scivolando abbracciati lungo un pendio ghiacciato. Così la loro relazione oscilla tra il desiderio di Jagger di vivere l’amore per Yossi alla luce del sole con la benedizione dei suoi genitori, e la paura di Yossi nel rivelare un aspetto di sé che poco si concilia con il ruolo macho di militare. Sarà una pericolosa azione notturna a rivelare a Yossi che la più audace prova di coraggio può essere quella di dichiarare il proprio amore.













Domenica 13 aprile 2008

The Hours

Regia: Stephen Daldry, 2002, USA, drammatico, durata: 114’
con: Nicole Kidman, Julianne Moore e Meryl Streep

The Hours traccia il misterioso ritratto di come tre donne di tre periodi diversi vengono unite da un capolavoro di letteratura. Virginia Woolf, vicino a Londra, nei primi anni venti, vuole cominciare a scrivere La signora Dalloway, lottando allo stesso tempo contro la malattia, la depressione, il male di vivere, che la sta logorando. Laura Brown una giovane moglie e madre nella Los Angeles post seconda guerra mondiale, sta iniziando a leggere La signora Dalloway ed è talmente bloccata dal romanzo da iniziare a mettere in discussione la vita che finora ha scelto. Clarissa Vaughan che vive nella contemporanea New York, vede se stessa come una moderna signora Dalloway mentre organizza l'ultima festa in onore del suo amico ed ex amante Richard, che si sta spegnendo a causa dell'AIDS. Le storie di queste tre donne, vissute in periodi diversi, si intrecciano misticamente fra loro, Per continuare, alla fine, nella meravigliosa condivisione di un attimo di trascendente identificazione.




Domenica 18 maggio 2008

XXY

Regia: Lucia Puenzo, 2007, Argentina/Spagna, drammatico, durata: 91'
con: Ines Efron, Martin Piroyanski

Con i suoi genitori, il quindicenne Alex abbandona l'Argentina per l'Uruguay. Dovremo attendere un po' prima di capire il motivo di questo trasferimento, già intuibile comunque dal titolo del film: Alex è un ermafrodita, con pene ma anche seni femminili. I genitori di Alex sono ancora combattuti sul fatto di non avere scelto, con un'operazione chirurgica, il sesso di Alex quando era ancora piccolo. Ora Alex, raggiunta la pubertà, deve decidere del suo futuro. Le cose però iniziano a complicarsi ulteriormente con l'arrivo di una famiglia di amici, il chirurgo plastico Ramiro, Erika e il figlio Alvaro, che sta lentamente accettandosi come gay...
Il tema principale del film è l'accettazione di quello che siamo. Forte il contrasto tra i superficiali problemi che assillano gli adulti e la seria e matura consapevolezza dei giovani che si mettono completamente in gioco rischiando! tutto di se stessi. Il primo importante film sull'identità di genere dopo "Boy's don't cry". Imperdibile.